Maggio, è tempo di rimettersi in forma. Affronta la tua sfida

0
815

Se l’inverno ci intorpidisce e ci fa perdere la voglia di uscire, la primavera è il mese migliore per indossare le scarpette e riprendere a correre o fare esercizio fisico. A maggio non ci sono più scuse: è tempo di tornare in pista e rimettersi in forma per l’estate.
Per farlo ti suggeriamo di affrontare il mese di maggio come una sfida. Scegli quella che più ti si addice.

Una corsa al giorno

E’ la sfida classica del runner: impostare una distanza minima o un tempo minimo giornaliero da raggiungere e, possibilmente superare incrementandolo giorno dopo giorno. Se sei un principiante fissa un obiettivo raggiungibile quotidianamente, ad esempio 30 minuti da percorrere a passo veloce e/o di corsa. La tua sfida sarà di non saltare nemmeno un giorno! Se invece corri già regolarmente, alza l’asticella e punta a un nuovo obiettivo. L’importante però che il tuo impegno sia quotidiano.

Workout quotidiano

Come per la corsa. La variante in questo caso prende in considerazione i circuiti di allenamento. La durata e l’intensità devono cambiare di giorno in giorno in modo da allenare regolarmente tutti i distretti muscolari.

Lasciati ispirare

La sfida è inserire una specialità nuova ogni settimana. Non hai mai provato lo yoga? Maggio è il mese giusto per incominciare. Odi il calcio? Magari scopri di essere un asso nel palleggio! La boxe ti ha sempre affascinato ma non hai mai trovato il coraggio? Fallo ora. Il ventaglio è davvero infinito, unica regola scegliere uno sport in cui non ci si è mai cimentati prima.

Sveglia mattutina

Dicono che per abituarsi a una nuova routine servano 21 giorni. Hai tutto il tempo dunque per capire se correre o praticare attività fisica all’alba è un’abitudine che può rientrare nella tua quotidianità e magari potrai proseguire nei mesi più caldi puntando la sveglia un’ora prima.

Plank cronometrati

In questo esercizio bisogna cercare di sostenere e mantenere il peso del proprio corpo su avambracci, gomiti, mani e piedi. Oltre a scolpire l’addominale superiore del retto dell’addome sugli obliqui, rinforza anche spalle e schiena. La sfida è incrementare ogni giorno qualche secondo in più: dopo un mese di plank quotidiani alla fine di maggio avrai degli addominali da urlo!

Obiettivo gara

Sfida facile per i più competitivi. Siamo nel periodo dell’anno più affollato di gare. Non ti sarà difficile sceglierne una dal calendario e finalizzare tutti gli allenamenti di maggio a un unico obiettivo. Forza, la tua meta è il traguardo!

SHARE
Previous articleDimagrire con la corsa. E se i risultati non arrivano?
Next articleCorrere con il caldo. Consigli per un’estate rovente
“Giornalista, copywriter, addetto stampa e content editor è stata suo malgrado travolta dall’uragano running che le ha segnato il destino. Ha un papà runner, un marito runner, una figlia che pratica atletica nelle categorie giovanili e un figlio chiamato Marcello in tributo al grande Fiasconaro. Serve altro? Collabora alla rivista Correre, si occupa in modo professionale di analisi della corsa e del movimento e ha un lungo trascorso nell’organizzazione di eventi: dal Giro d’Italia alla Milano Marathon, dalla Mezza di Monza agli eventi running targati Gazzetta”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here