Correre con il caldo: 5 consigli utili

0
984

La bella stagione è il miglior incentivo per fare movimento e per molti anche per iniziare a correre. Quando però la temperatura inizia a salire vertiginosamente bisogna prestare molta attenzione ed evitare di sottoporre il nostro corpo a inutili e dannosi stress: correre con il caldo, senza i dovuti accorgimenti può infatti rivelarsi davvero rischioso.

Se sei un runner praticante conoscerai le regole di base, se invece sei alle prime armi o hai deciso di cominciare a muovere i primi passi in prossimità dell’estate è meglio seguire alcuni pratici consigli.

  1. Orario ideale
    Se abiti o sei in villeggiatura in una località di montagna il tuo ventaglio orario sarà molto ampio. Se invece sei in città o al mare la regola basilare è di uscire nelle ore meno calde: al mattino presto è l’ideale, altrimenti puoi optare per una corsa serale, dopo le 19.
  2.  Abbigliamento tecnico
    No ai capi neri, sì al bianco e ai colori chiari in genere che attraggono meno i raggi solari. No al cotone che trattiene il sudore, sì ai capi tecnici studiati appositamente per mantenere il più possibile bassa la temperatura corporea. Assolutamente da evitare situazioni al limite del ridicolo: correre ricoperti da k-way o felponi in piena estate non fa dimagrire!
  3. Idratazione top
    Bevi prima, durante e dopo l’attività fisica: l’importante è non arrivare mai a una situazione di sete. Bevi con costanza e a piccoli sorsi. Se possibile scegli un percorso dove ci siano fontane a cui attingere.
  4. Proteggi la pelle
    Regola da seguire in tutte le stagioni, in estate a maggior ragione. Una buona crema solare ad alta protezione dovrebbe essere  sempre nel kit di ogni runner per proteggere dai raggi UVA
  5.  Stai al fresco
    Con le alte temperature il circuito cittadino è ovviamente sconsigliato, l’asfalto amplifica la sensazione di calore e umidità. Scegli quindi il parco o vai a ricercare le situazioni d’ombra come i grandi viali alberati, boschi o sentieri vicini a fonti d’acqua.

 

SHARE
Previous articleBreakfast Run: ecco servita la corsa a colazione
Next articleChampion Italia Basketball 2016
“Giornalista, copywriter, addetto stampa e content editor è stata suo malgrado travolta dall’uragano running che le ha segnato il destino. Ha un papà runner, un marito runner, una figlia che pratica atletica nelle categorie giovanili e un figlio chiamato Marcello in tributo al grande Fiasconaro. Serve altro? Collabora alla rivista Correre, si occupa in modo professionale di analisi della corsa e del movimento e ha un lungo trascorso nell’organizzazione di eventi: dal Giro d’Italia alla Milano Marathon, dalla Mezza di Monza agli eventi running targati Gazzetta”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here